Lavori Geologia

Il dissesto idrogeologico rappresenta per il nostro Paese un problema di notevole rilevanza, visti gli ingenti danni arrecati ai beni e, soprattutto, la perdita di moltissime vite umane. In Italia il rischio idrogeologico è diffuso in modo capillare (in Toscana, ad esempio, 81 comuni sono a rischio) e si presenta in modo differente a seconda dell’assetto geomorfologico del territorio: frane, esondazioni e dissesti morfologici di carattere torrentizio, trasporto di massa lungo le conoidi nelle zone montane e collinari, esondazioni e sprofondamenti nelle zone collinari e di pianura.

Tra i fattori naturali che predispongono il nostro territorio a frane ed alluvioni, rientra senza dubbio la conformazione geologica e geomorfologica, caratterizzata da un’orografia giovane e da rilievi in via di sollevamento. Tuttavia il rischio idrogeologico è stato fortemente condizionato dall’azione antropica e dalle continue modifiche del territorio che hanno, da un lato, incrementato la possibilità di accadimento dei fenomeni e, dall’altro, aumentato la presenza di beni e di persone nelle zone dove tali eventi erano possibili e si sono poi manifestati, a volte con effetti catastrofici.

Sono imponenti le cifre del dissesto geologico italiano (5.596 su 8.101 i comuni italiani sono interessati da frane) secondo il rapporto sulle frane in Italia realizzato dall’Agenzia nazionale per la protezione dell’ambiente e per i servizi tecnici (Apat). Tale rapporto ne mette a fuoco la dimensione su scala nazionale e regionale, confermando un quadro preoccupante e in gran parte noto di un Paese a rischio: sono state censite circa 470 mila frane in 20 mila km2, pari al 6,6% dell’intero territorio nazionale. Oltre a quello idrogeologico in Italia non sono assolutamente da ritenersi secondari il rischio sismico e vulcanico.

È qui che entra in gioco, forse troppo tardi, il ruolo del GEOLOGO, per molti anni non coinvolto nelle scelte urbanistiche ed a supporto degli interventi diretti.
I settori di attività ed intervento delle Studio Geologico Ambientale comprendono l’intera sfera geologico-tecnica-ambientale. Lo Studio progetta e/o fornisce indagini a supporto della progettazione di qualsiasi opera inserita nel contesto ambientale per conto di committenti pubblici o privati valutando in termini analitici, l’azione di rischio espresso dalla formula che lega pericolosità (idraulica, sismica, geomorfologica, etc.), vulnerabilità e valore esposto: Rischio = pericolosità x vulnerabilità x valore.

Per fornire un supporto sempre più qualificato ed aggiornato alle necessita che il mercato richiede lo Studio dispone di software di calcolo per la progettazione delle opere di ingegneria naturalistica, per il calcolo della stabilità dei pendii, per la valutazione della suscettibilità alla liquefazione, per la verifica degli SLU e SLE, per il calcolo dei parametri idrogeologici e per la restituzione cartografica.